“Un percorso esperienziale che permette di uscire dai canoni della formazione”. Queste le parole di Francesca Chialà, Consigliere di Amministrazione del Teatro dell’Opera di Roma, riguardo a “Sento Dunque Posso”, il workshop che ha avuto luogo in Sala Tese dei Soppalchi dell’Arsenale a La Biennale di Venezia, sull’intelligenza emotiva e sulla possibilità di creare un ponte tra il mondo dell’arte e quello del business. 

“Molto interessante è stata l’idea di farci vivere la giornata prima in maniera individuale, con la visita de La Biennale, in modo che ognuno con il proprio bagaglio potesse portare e condividere i propri stimoli individuali.” continua Francesca. “Il confronto, in questo senso, è stato fondamentale: nonostante le diverse percezioni, c’è stata una buona convergenza da parte di tutti, rispetto alla possibilità di poter lavorare in maniera molto forte sulla sfera emotiva. Chi più, chi meno, siamo tutti analfabeti dal punto di vista emotivo e sfruttare lo strumento dell’arte contemporanea per andare a lavorare su quell’area, quella delle emozioni, messa in secondo piano dalle aziende ma che, per fortuna, sta diventando sempre più centrale.”

 

Continua a leggere sul sito di Performant: Qui

Iscriviti alla newsletter

You have Successfully Subscribed!

Share This